LITTLE WOMAN al TEATRO GHIONE PER LA FESTA DELLA DONNA

LITTLE WOMAN al TEATRO GHIONE PER LA FESTA DELLA DONNA

little-womenIl romanzo “Piccole donne” di Louisa May Alcott è considerato tra i capolavori della letteratura per l’infanzia, ma è molto amato anche dal pubblico adulto. Pubblicato per la prima volta nel 1869 in America, ha presto conquistato l’Europa. La storia è quella della famiglia Alcott, diventata March nel libro ed è incentrata sulle vicende di quattro sorelle: Meg, Jo, Beth ed Amy, che vivono con la madre. Il padre è al fronte a combattere la Guerra di Secessione che fa da sfondo alle loro vicende, mentre in primo piano ci sono le grandi avventure e le piccole disavventure delle quattro ragazze. Le sorelle affrontano le giornate godendo delle piccole cose quotidiane, riuscendo a non soccombere alle difficoltà che si presentano. La spensieratezza che c’è in casa March viene messa a dura prova da vari eventi ed è proprio in queste fasi negative che le ragazze mostrano la bellezza e la solidità del loro rapporto, nonostante la diversità del loro carattere e del modo di affrontare i problemi. La storia ruota attorno ai racconti che descrivono le relazioni delle quattro sorelle e lo svilupparsi del loro legame nel tempo, individuando le differenti personalità che le caratterizzano.

NOTE ALLA REGIA

“Natale senza regali non è Natale! “ è una delle prime frasi che Jo, la sorella ribelle, anticonformista e probabilmente personaggio autobiografico, dice alle sorelle all’inizio del racconto. Adattando il romanzo al teatro, ho sviluppato i dialoghi e le scene che potessero rendere immediato il legame che intercorre tra le protagoniste della storia. La messa in scena ha come obiettivo quello di rendere reale e sincero il rapporto tra le eroine del racconto, dimostrando che i sentimenti più profondi dell’uomo non conoscono epoche storiche. La trasposizione teatrale del romanzo rispetta l’epoca originaria in cui è stato scritto, descrivendo la società e le sue regole, ma s’immerge contemporaneamente nella natura femminile che non ha tempo. Ci si sofferma sul ruolo della donna e la visione che quest’ultima ha nei confronti di ciò che la circonda: donna mite, donna ambiziosa, donna attenta alle forme, donna ribelle ed emancipata. Sono le sorelle stesse che nella loro diversità e nel loro confrontarsi, dipingono efficacemente e con grande intensità il mondo femminile. Lo spettacolo ha inizio esplorando i ricordi di Louise May Alcott (che sarà presente in scena). Con lei ci avvicineremo all’idea del teatro nel teatro. La storia prenderà forma come risultato di un gioco tra il mondo reale (la Alcott) e il mondo immaginario (le Piccole Donne). Insieme alle attrici, protagonista della storia : il Pianoforte. Elemento ricorrente tra le pagine del romanzo, diventa in questa trasposizione strumento musicale e di unione tra le vicende delle sorelle, creando una colonna sonora della loro vita.

 

con  Stefania Casellato, Selene Gandini, Laura Garofoli, Carlotta Piraino, Claudia Salvatore

Adattamento e regia Selene Gandini

 

10362643_1565983126969485_9157047953425602691_n

domenica 8 marzo h 21 TEATRO GHIONE, via delle fornaci 37

Adulti 15 € ; Donne 12 €; Bambini 5 €