STUDIO PER UNO SPETTACOLO DIVERTENTE SULL’ANORESSIA

 

STUDIO PER UNO SPETTACOLO DIVERTENTE SULL’ANORESSIA – 2010

 

Studio per uno spettacolo divertente sull_anoressiaUno studio che mette insieme gli appunti per una ricerca. La domanda è: che cos’è l’anoressia?
Stralci di interviste, pagine di giornali, canzoni e monologhi dolci e irriverenti, che aprono porte, sollevano domande e dubbi, per dirci che l’anoressia è prima di tutto nella società, e che si può “guarire”, tutti, cambiando strada.

 
 
 
 
 
 
 
 

Drammaturgia e regia:Carlotta Piraino
Suona e canta Claudia Loddo
a partire dai 14 anni

 

Come è nato lo spettacolo

Carlotta incontra Claudia dopo molti anni per caso, alla Festa dell’Unità. Eravamo compagne di Accademia di Danza, da ragazzine. Claudia è sarda, di Quartu Sant?Elena, ma viene a Roma a 12 anni per studiare danza. Anni di scarpette da punta ed esperienze condivise, anche se lei era un po’ più grande andava in classe con la sorella. Appare visibilmente più sorridente rispetto a quando era un ballerina, ora è cantante in un gruppo rock. In quel periodo Carlotta stava lavorando a un progetto sui disturbi alimentari. “Ma dai…io ho scritto una canzone sull’anoressia!” dice Claudia.

Così è iniziato il loro incontro. Carlotta ha messo in campo il materiale delle sue ricerche, assolutamente grezzo e pronto alla manipolazione, anche un po’ brutalmente esposto, senza lavorarci eccessivamente e Claudia ha offerto le sue canzoni.
Ne sono usciti quattro monologhi e quattro canzoni…divertenti? A volte. Ma non sempre, ovviamente. Loro si divertono molto però a farlo. I monologhi sono accompagnati dalla musica di Claudia che interviene vocalizzando e contrappuntando il discorso. Il palleggio a due crea un clima di complicità e solidarietà femminile, nel racconto delle storie e dei linguaggi diversi.

Anoressia

CLAUDIA LODDO

Cantautrice sarda oggi voce dei Mardi Gras, band romana attiva sul territorio nazionale e internazionale; è ospite con la band del prestigioso Sziget Festival di Budapest, e canta la colonna sonora di Alys cortometraggio di Sante Sabbatini, trasmesso su RAI2.
Nel 2004 già fondatrice insieme a Luca Cacciatore e Gianluca Sechi degli Overlook Hotel, gruppo di cui ha fatto parte fino a gennaio 2011.
Vince con gli Overlook il 1° premio al Liri Festival con un brano cantautorale: Stupido gioco e il 1° premio al Giffoni Music Contest con un brano scritto da lei e arrangiato dagli Overlook: Muoviti.